Discussione:
Programmazione PSP. Se a qualcuno può interessare.
(troppo vecchio per rispondere)
Pegasus
2008-04-08 09:20:28 UTC
Permalink
Posto un messaggio che ho postato qualche
giorno fa su psp-ita.

http://www.psp-ita.com/forum/viewtopic.php?t=15114

[cite]
Ho una proposta da fare a tutti coloro che frequentano psp-ita e
che sanno programmare in C.

Fino a questo momento, Nanodesktop è stata una libreria per scopi
scientifici (applicazioni a finestre, OpenCV, OCR ecc. ecc.).

Ma la versatilità di Nanodesktop può essere molto grande e quindi...
ieri al Visilab un ricercatore mi ha suggerito un'idea.

A me è piaciuta.

Si tratterebbe di fare uscire una versione nd delle librerie Allegro.
Queste librerie sono uno standard de-facto per la programmazioni
di videogiochi su Windows, Linux, MacOSX ecc. ecc.

Farne uscire una versione per nd, consentirebbe a qualsiasi
sviluppatore di portare velocemente i programmi che usano
Allegro (MAME, svariati videogiochi ecc. ecc.).

Oggi ho guardato il codice sorgente. Effettivamente è fattibile, ed
aumenterebbe di molto le potenzialità di nd, ma richiede un
bel pò di forza lavoro....

Qualcuno vuole lavorare insieme a me a questo progetto ?
[cite]
Gabriele Greco
2008-04-08 09:33:33 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Si tratterebbe di fare uscire una versione nd delle librerie Allegro.
Queste librerie sono uno standard de-facto per la programmazioni
di videogiochi su Windows, Linux, MacOSX ecc. ecc.
Io vi consiglierei di portare SDL per tre motivi:

1) E' piu` semplice: SDL lavora a livello + basso ed ha meno parti
system dependant rispetto ad allegro

2) C'e' piu` software: I giochi che usano SDL rispetto a quelli che
usano allegro sono in rapporto 10/1 circa, tra i quali pure decine di
giochi commerciali e non ci sono solo giochi che usano SDL, ma anche
player multimediali, editor....

3) C'e' un browser basato su webkit, OWB, che usa SDL come rendering
target, di conseguenza avreste con poco sforzo anche un browser
compatibile con gli ultimi standard su psp :)
Pegasus
2008-04-09 15:57:47 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Si tratterebbe di fare uscire una versione nd delle librerie Allegro.
Queste librerie sono uno standard de-facto per la programmazioni
di videogiochi su Windows, Linux, MacOSX ecc. ecc.
1) E' piu` semplice: SDL lavora a livello + basso ed ha meno parti system
dependant rispetto ad allegro
E' una buona idea. Grazie.

Inoltre c'è già una versione di SDL per PSP, quindi portarlo
in ambiente nd sarebbe semplice.

Una domanda: SDL manda normalmente l'output su tutto
lo schermo o su una finestra definita dall'utente ?

Seconda domanda: c'è qualche demo per fare i test in
fase di porting ?
Gabriele Greco
2008-04-11 08:39:45 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Inoltre c'è già una versione di SDL per PSP, quindi portarlo
in ambiente nd sarebbe semplice.
Una domanda: SDL manda normalmente l'output su tutto
lo schermo o su una finestra definita dall'utente ?
Puo` fare entrambe le cose, c'e' un flag SDL_FULLSCREEN da passare a
SDL_SetVideoMode() che controlla la cosa.
Post by Pegasus
Seconda domanda: c'è qualche demo per fare i test in
fase di porting ?
Si, nella distribuzione di SDL ci sono una serie di piccoli programmi di
test in C (testsprite, testwindow, testjoystick....) che coprono tutta
l'API della libreria.

Per il porting ti consiglio di partire dal driver per l'architettura che
conosci meglio e scrivere i moduli x sostituzione.

Puoi anche solo implementare il modulo video e poi fare l'audio in
seguito per esempio, c'e' una lista di driver x ogni sottosistema, tu
attacchi il tuo driver e lo fai corrispondere al define relativo alla
tua macchina, cosi` SDL quando inizializza il modulo vede solo il tuo
driver, comunque nella FAQ ci sono alcune dritte x scrivere un nuovo driver.

Io nel '99 ci misi meno di una settimana (part time) ad avere un primo
prototipo funzionante del porting AmigaOS di SDL.

Bye,
Gabry
Alessandro Monopoli
2008-04-08 18:38:56 UTC
Permalink
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Post by Pegasus
Posto un messaggio che ho postato qualche
giorno fa su psp-ita.
http://www.psp-ita.com/forum/viewtopic.php?t=15114
[cite]
Ho una proposta da fare a tutti coloro che frequentano psp-ita e
che sanno programmare in C.
Fino a questo momento, Nanodesktop è stata una libreria per scopi
scientifici (applicazioni a finestre, OpenCV, OCR ecc. ecc.).
Ma la versatilità di Nanodesktop può essere molto grande e quindi...
ieri al Visilab un ricercatore mi ha suggerito un'idea.
A me è piaciuta.
Si tratterebbe di fare uscire una versione nd delle librerie Allegro.
Queste librerie sono uno standard de-facto per la programmazioni
di videogiochi su Windows, Linux, MacOSX ecc. ecc.
Farne uscire una versione per nd, consentirebbe a qualsiasi
sviluppatore di portare velocemente i programmi che usano
Allegro (MAME, svariati videogiochi ecc. ecc.).
Oggi ho guardato il codice sorgente. Effettivamente è fattibile, ed
aumenterebbe di molto le potenzialità di nd, ma richiede un
bel pò di forza lavoro....
Qualcuno vuole lavorare insieme a me a questo progetto ?
[cite]
Pegasus
2008-04-08 18:42:55 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno....
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-08 18:46:07 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Alessandro Monopoli
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno....
Nessuno può vietarti, per forza di cose, di svilupparli, ma non potrai
mai usarli per realizzare niente di commerciale, il che significa che i
porting di gran parte dei giochi in commercio te li scordi.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-08 20:50:57 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by Pegasus
Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno....
Nessuno può vietarti, per forza di cose, di svilupparli, ma non potrai
mai usarli per realizzare niente di commerciale, il che significa che i
porting di gran parte dei giochi in commercio te li scordi.
Ma assolutamente no....

In Italia è tranquillamente possibile sviluppare
applicazioni commerciali su PSP usando kit
come Nanodesktop o LTE Engine.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-08 21:55:46 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Ma assolutamente no....
In Italia tranquillamente possibile sviluppare applicazioni commerciali
su PSP usando kit come Nanodesktop o LTE Engine.
L'Italia non c'entra: se vuoi sviluppare e distribuire commercialmente
del software per PSP ci vuole un'autorizzazione ufficiale Sony.
Quindi tu volevi dire che Nanodesktop e LTE Engine hanno questa
autorizzazione, giusto?

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-08 22:02:19 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
L'Italia non c'entra: se vuoi sviluppare e distribuire commercialmente
del software per PSP ci vuole un'autorizzazione ufficiale Sony.
Non ci vuole nessuna autorizzazione ufficiale della Sony.
Di alcun tipo.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-08 22:11:26 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
L'Italia non c'entra: se vuoi sviluppare e distribuire commercialmente
del software per PSP ci vuole un'autorizzazione ufficiale Sony.
Non ci vuole nessuna autorizzazione ufficiale della Sony. Di alcun tipo.
Saranno stupidi tutti gli studi di sviluppo che per commercializzare i
loro prodotti chiedono l'autorizzazione, che ti devo dire.
Però continuo a pensare che se lo vendi materiale non autorizzato col
marchio PSP sopra ti infili in un casino.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 05:52:42 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Saranno stupidi tutti gli studi di sviluppo che per commercializzare i
loro prodotti chiedono l'autorizzazione, che ti devo dire.
Però continuo a pensare che se lo vendi materiale non autorizzato col
marchio PSP sopra ti infili in un casino.
Tu vendi un software che gira su una piattaforma
che è di proprietà dell'utente.

Non vendi un software con il marchio PSP.

Specifichi chiaramente che il tuo software non è
prodotto da Sony.

Windows gira su processori Intel, ma non è che
Microsoft mette sopra alla scatola il marchio Intel.

Il punto legale è che in Italia l'utente diventa proprietario
del bene acquistato a tutti gli effetti, ed ha il diritto di
usare tale bene nel modo più pieno ed esclusivo.

Quindi, se io compro una Sony PSP, non esiste legge
dello stato italiano che mi impedisca di usare su tale
dispositivo dei firmware o dei software scritti da me,
o acquistati da una terza parte.

La PSP è mia e ho il diritto di programmare quel pezzo
di hardware come meglio ritengo opportuno.

Addirittura l'ordinamento italiano tutela il diritto
dell'utente di fare girare dei software idonei sull'hardware
da lui stesso acquistato e quindi di sua proprietà,
attraverso la legge 22 Aprile 1941 n. 633.

Puoi trovare maggiori informazioni qui:

http://visilab.unime.it/~filippo/Nanodesktop/PSP_PSPE/FAQ/Italian/faq_ita.htm
Silver Drake
2008-04-09 07:36:30 UTC
Permalink
Tu vendi un software che gira su una piattaforma che è di proprietà
dell'utente.
Non vendi un software con il marchio PSP.
Però è un po' difficile comunicare all'utente che il software è per PSP
senza scriverlo, per esempio, sulla scatola.
Non a caso tutti quei software che servono a saltare protezioni e cose
del genere non mettono mai il nome esatto della piattaforma su cui girano
proprio per evitare problemi.
Il punto legale è che in Italia l'utente diventa proprietario del bene
acquistato a tutti gli effetti, ed ha il diritto di usare tale bene nel
modo più pieno ed esclusivo.
Quindi, se io compro una Sony PSP, non esiste legge dello stato italiano
che mi impedisca di usare su tale dispositivo dei firmware o dei
software scritti da me, o acquistati da una terza parte.
Non ho parlato di quello che può fare l'utente, parlo di quello che può
fare chi vuole mettere in vendita software per quella piattaforma.
La PSP è mia e ho il diritto di programmare quel pezzo di hardware come
meglio ritengo opportuno.
Mai detto il contrario. Il problema non è dell'utente, come ho già
specificato.
Addirittura l'ordinamento italiano tutela il diritto dell'utente di fare
girare dei software idonei sull'hardware da lui stesso acquistato e
quindi di sua proprietà, attraverso la legge 22 Aprile 1941 n. 633.
http://visilab.unime.it/~filippo/Nanodesktop/PSP_PSPE/FAQ/Italian/
faq_ita.htm

Non vedo nessun riferimento alla produzione di software commerciale, qui.

In sostanza: se tu vuoi distribuirla come piattaforma per fare homebrew
va benissimo (e questo non l'ho mai negato), se vuoi distribuirla come
piattaforma per software commerciali è molto difficile che interessi a
qualcuno.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 07:52:50 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Però è un po' difficile comunicare all'utente che il software è per PSP
senza scriverlo, per esempio, sulla scatola.
Non a caso tutti quei software che servono a saltare protezioni e cose
del genere non mettono mai il nome esatto della piattaforma su cui girano
proprio per evitare problemi.
Non c'entra.

Se io scrivo che Crysis gira su Windows, questo non
significa che sto usando il "marchio" Windows.

Al limite, scriverò "it requires Microsoft Windows (TM)"
indicando che il nome citato è un marchio registrato,
ma sto semplicemente dando una informazione sul
**mio** software, informazione che richiama il
nome pubblico di un altro software.

Diverso il caso sarebbe se io affermassi che il mio software
"è prodotto" da Microsoft, con tanto del loro logo ben in
vista. In quel caso sfrutterei il marchio.



Nel nostro caso, se io produco un software "che gira su
PSP", non sto facendo niente di illegale.

Se invece io prendo una scatola, ci metto sopra il logo della
PSP, il logo della Sony, scrivo "supported by Sony", allora
è chiaro che sto facendo un illecito.

In altri termini, non c'è nulla di illegale nello scrivere software
per una console e nel vendere il lavoro fatto. Basta indicare
chiaramente che il software è prodotto da una terza parte
non legata alla Sony.
Silver Drake
2008-04-09 08:09:03 UTC
Permalink
Nel nostro caso, se io produco un software "che gira su PSP", non sto
facendo niente di illegale.
E io cosa ho detto? Ma occhio a come scrivi PSP. Proprio perché si tratta
di un marchio registrato non puoi usarlo come ti pare senza
autorizzazione, anche senza diciture come "supported by" (tra parentesi,
Sony e qualsiasi altro costruttore supportano i LORO software, non quelli
di terze parti, quelli li autorizzano e basta).
In altri termini, non c'è nulla di illegale nello scrivere software per
una console e nel vendere il lavoro fatto.
Mai detto niente del genere.
Basta indicare chiaramente
che il software è prodotto da una terza parte non legata alla Sony.
E non usarne il marchio, che è una sua proprietà.

Pensa una cosa: se fosse così facile sviluppare per le varie console
senza passare dalla casa madre (e quindi senza pagare costosissime
royalty), perché non lo fa praticamente nessuno?

Altra cosa: nessuno vorrà mai mettere in commercio un prodotto basato su
codice che funziona solo se "buchi" il firmware della console.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 09:15:51 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
E io cosa ho detto? Ma occhio a come scrivi PSP. Proprio perché si tratta
di un marchio registrato non puoi usarlo come ti pare senza
autorizzazione, anche senza diciture come "supported by" (tra parentesi,
Sony e qualsiasi altro costruttore supportano i LORO software, non quelli
di terze parti, quelli li autorizzano e basta).
Ed io ti chiedo: a che titolo viene rilasciata tale
autorizzazione ?

Cioè, tu Sony mi vendi dell'hardware, ed io devo
farmi autorizzare da te allo scopo di scrivere un
software *mio* per quell'hardware ? Un concetto
simile non esiste nel nostro ordinamento.

L'autorizzazione non si chiede allo scopo di essere
autorizzati a produrre il programma.

Si chiede allo scopo di essere autorizzati ad usare il
logo della Playstation Portable e la confezione in
formato PSP, così il gioco viene distribuito su UMD
ed appare come appaiono tutti gli altri giochi per
PSP.
Post by Silver Drake
Basta indicare chiaramente
che il software è prodotto da una terza parte non legata alla Sony.
E non usarne il marchio, che è una sua proprietà.
Ed infatti non lo usiamo.
Post by Silver Drake
Pensa una cosa: se fosse così facile sviluppare per le varie console
senza passare dalla casa madre (e quindi senza pagare costosissime
royalty), perché non lo fa praticamente nessuno?
Bhe, a me sembra che di homebrew ce ne siano molti
in giro. Non mi sembra un argomento giuridicamente
convincente.
Post by Silver Drake
Altra cosa: nessuno vorrà mai mettere in commercio un prodotto basato su
codice che funziona solo se "buchi" il firmware della console.
Il firmware 1.5 accetta gli homebrew senza problemi.
Silver Drake
2008-04-09 09:34:38 UTC
Permalink
Ed io ti chiedo: a che titolo viene rilasciata tale autorizzazione ?
Cioè, tu Sony mi vendi dell'hardware, ed io devo farmi autorizzare da te
allo scopo di scrivere un software *mio* per quell'hardware ? Un
concetto simile non esiste nel nostro ordinamento.
Senti, ma i messaggi li leggi?
NON ho mai detto che non puoi sviluppare, ho detto che il problema è la
distribuzione commerciale, e non tanto delle librerie quanto di programmi
derivati.
Post by Silver Drake
Pensa una cosa: se fosse così facile sviluppare per le varie console
senza passare dalla casa madre (e quindi senza pagare costosissime
royalty), perché non lo fa praticamente nessuno?
Bhe, a me sembra che di homebrew ce ne siano molti in giro. Non mi
sembra un argomento giuridicamente convincente.
Aridaje: si parla di distribuzione commerciale, non di homebrew.
Post by Silver Drake
Altra cosa: nessuno vorrà mai mettere in commercio un prodotto basato
su codice che funziona solo se "buchi" il firmware della console.
Il firmware 1.5 accetta gli homebrew senza problemi.
Il firmware 1.5 al momento è utilizzabile solo se fai il downgrade,
nessuno pagherebbe per un software che gli richieda un'operazione del
genere (e ci mancherebbe).

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 09:58:47 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Senti, ma i messaggi li leggi?
NON ho mai detto che non puoi sviluppare, ho detto che il problema è la
distribuzione commerciale, e non tanto delle librerie quanto di programmi
derivati.
A parte il fatto che tu hai esordito con:

Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre,
giusto?


Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno.
Punto.

Sony non ha gli strumenti giuridici per vietare ad un
legittimo acquirente di un bene di scrivere un proprio
programma per quel bene, anzi in Italia c'è una legge
dello stato che tutela il reverse engineering proprio
per questo motivo.

Ora tu parli di distribuzione commerciale.

Ed io ti dico che (a parte che io non ho mai parlato di
commerciale, nd nasce per altri scopi...), secondo me
non ci sono problemi neanche nella distribuzione
commerciale.

Basta indicare che il software gira su PSP dotate di
custom firmware. Senza riportare loghi di Sony, della
Playstation, e senza usare l'UMD.

Altrimenti ti richiedo: quale articolo di legge darebbe
a Sony il diritto di pretendere delle royalties su un
software che gira sulla sua console ? "Lo fanno tutti",
non è un articolo di legge...

Le royalties, vengono pagate per l'uso del logo, del
SDK ufficiale di Sony, e del formato UMD. Ma non
per il semplice fatto che tu produci un programma che
può girare sul loro sistema.

Ma, ti ripeto, a me della distribuzione commerciale non
interessa proprio nulla.... quindi è l'ultimo dei miei
problemi in ogni caso....
Silver Drake
2008-04-09 10:18:47 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Post by Silver Drake
Senti, ma i messaggi li leggi?
NON ho mai detto che non puoi sviluppare, ho detto che il problema è la
distribuzione commerciale, e non tanto delle librerie quanto di
programmi derivati.
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Io non ho esordito con un bel niente.
Post by Alessandro Monopoli
Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno. Punto.
Ripeto: non l'ho MAI detto.
Post by Alessandro Monopoli
Sony non ha gli strumenti giuridici per vietare ad un legittimo
acquirente di un bene di scrivere un proprio programma per quel bene,
anzi in Italia c'è una legge dello stato che tutela il reverse
engineering proprio per questo motivo.
Ripeto: non l'ho MAI detto.
Post by Alessandro Monopoli
Ora tu parli di distribuzione commerciale.
Non ora, è l'unica cosa di cui ho parlato finora.
Post by Alessandro Monopoli
Basta indicare che il software gira su PSP dotate di custom firmware.
Senza riportare loghi di Sony, della Playstation, e senza usare l'UMD.
Che è quello che ho detto anch'io, e di fatto significa che è quasi
impossibile fare una distribuzione commerciale seria.
Post by Alessandro Monopoli
Altrimenti ti richiedo: quale articolo di legge darebbe a Sony il
diritto di pretendere delle royalties su un software che gira sulla sua
console ? "Lo fanno tutti", non è un articolo di legge...
Il fatto che è difficile vendere un software per una piattaforma se devi
sostanzialmente nascondere l'indicazione della piattaforma in questione,
se l'utente deve fare il downgrade del firmware (col rischio di rendere
la PSP inutilizzabile), e così via.
Post by Alessandro Monopoli
Ma, ti ripeto, a me della distribuzione commerciale non interessa
proprio nulla.... quindi è l'ultimo dei miei problemi in ogni caso....
Benissimo, bastava dirlo subito.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 10:49:01 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Post by Alessandro Monopoli
Post by Silver Drake
Senti, ma i messaggi li leggi?
NON ho mai detto che non puoi sviluppare, ho detto che il problema è la
distribuzione commerciale, e non tanto delle librerie quanto di
programmi derivati.
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Io non ho esordito con un bel niente.
Io sul monitor ho quella frase. Me la sono sognata ?
Post by Silver Drake
Il fatto che è difficile vendere un software per una piattaforma se devi
sostanzialmente nascondere l'indicazione della piattaforma in questione,
se l'utente deve fare il downgrade del firmware (col rischio di rendere
la PSP inutilizzabile), e così via.
Ma scusami...

Io produco un programma eseguibile chiamato Tetris.PBP. Lo metto
dentro un normalissimo cd-rom (niente UMD), scrivo sulla confezione
che il software gira su Sony PSP, e che richiede custom firmware
versione 3.71.

Nota bene:

a) riporto solo Sony PSP (TM), indicando che è un marchio registrato,
senza però riprodurre graficamente il marchio
b) non sto usando l'UMD (formato di Sony), ma un comune cd-rom;
c) il programma è stato prodotto usando un SDK open-source e free;
d) il compilatore usato è il psp-gcc, e non quello fornito da Sony.
e) la custodia è diversa da quella standard usata per i giochi ufficiali
della PSP.

In base a quale legge dello stato, Sony può accampare dei diritti
sul *mio* software? Uso del marchio no, perchè il marchio viene
citato solo a titolo di informazione, e non a scopo di promozione.

Quindi: in base a quale argomento di diritto ?
Silver Drake
2008-04-09 11:03:14 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Io sul monitor ho quella frase. Me la sono sognata ?
No, è solo che non l'ho scritta io.
Post by Pegasus
a) riporto solo Sony PSP (TM), indicando che è un marchio registrato,
senza però riprodurre graficamente il marchio b) non sto usando l'UMD
(formato di Sony), ma un comune cd-rom; c) il programma è stato prodotto
usando un SDK open-source e free; d) il compilatore usato è il psp-gcc,
e non quello fornito da Sony. e) la custodia è diversa da quella
standard usata per i giochi ufficiali della PSP.
La custodia è un pezzo di plastica, non crea problemi.
Post by Pegasus
In base a quale legge dello stato, Sony può accampare dei diritti sul
*mio* software? Uso del marchio no, perchè il marchio viene citato solo
a titolo di informazione, e non a scopo di promozione.
Informazione e promozione quando vendi possono essere un'area grigia
molto delicata, soprattutto quando qualcuno può metterci un bel po' di
avvocati in mezzo.
In ogni caso non è che Sony accampi diritti sul tuo software. Può però
fare storie sul fatto che c'è scritto che funziona su Sony PSP, quando
invece una normale Sony PSP non può farlo girare; nel momento in cui
metti un firmware non autorizzato quella non è detto che sia
considerabile ancora una Sony PSP, legalmente.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Gabriele Greco
2008-04-09 12:51:54 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Silver Drake
Post by Alessandro Monopoli
Ovviamente parli di roba homebrew e quindi vietata dalla casa madre, giusto?
Io non ho esordito con un bel niente.
Io sul monitor ho quella frase. Me la sono sognata ?
L'ha scritta Alessandro quella frase, e` la prima risposta al topic :)

Su dai riportiamo il thread su argomenti tecnici che questi sofismi
sulla legalita` hanno poco a che fare con il tema del gruppo!

Bye,
Gabry
GiO
2008-04-09 16:12:28 UTC
Permalink
Salve Pegasus,
Post by Pegasus
Io produco un programma eseguibile chiamato Tetris.PBP.
Sarà meglio che lo chiami "quadris" e che sia tutta farina del tuo
sacco, idea compresa, perché altrimenti Sony magari non ti considera
proprio, ma Alexey Pajitnov ti può mettere a 90° e puoi ruotarti col
tasto "X". ;)))
--
C++U,

GiO
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-09 18:50:50 UTC
Permalink
Post by GiO
Sarà meglio che lo chiami "quadris" e che sia tutta farina del tuo
sacco, idea compresa, perché altrimenti Sony magari non ti considera
proprio, ma Alexey Pajitnov ti può mettere a 90° e puoi ruotarti col
tasto "X". ;)))
Lui o il governo russo? Perché se non sbaglio nel gira e rigira i diritti
si erano spostati tutti da quella parte; a parte quelli passati a
Nintendo, naturalmente, che potrebbe rivelarsi molto più feroce di
Putin :D

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
?manu*
2008-04-09 17:15:57 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by Pegasus
Gli homebrew non sono vietati proprio da nessuno....
Nessuno può vietarti, per forza di cose, di svilupparli, ma non potrai
mai usarli per realizzare niente di commerciale, il che significa che i
porting di gran parte dei giochi in commercio te li scordi.
Una curiosità. Mettiamo che uno sia uno sviluppatore che ha firmato
qualche NDA per avere l'SDK ufficiale della Sony. A quel punto la Sony
potrebbe vietargli di sviluppare software homebrew, per il semplice
fatto che lui ha avuto accesso ad informazioni riservate?

E.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-09 18:52:29 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Una curiosità. Mettiamo che uno sia uno sviluppatore che ha firmato
qualche NDA per avere l'SDK ufficiale della Sony. A quel punto la Sony
potrebbe vietargli di sviluppare software homebrew, per il semplice
fatto che lui ha avuto accesso ad informazioni riservate?
Che io sappia la scena homebrew delle varie piattaforme ha visto la
partecipazione occasionale di persone che sviluppano ufficialmente, ma
sempre in maniera anonima.
Comunque credo che andrebbe decisamente contro l'NDA, visto che non è
possibile dimostrare che tu abbia prodotto certo materiale senza usare
quello che avevi imparato dall'SDK ufficiale.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 19:51:28 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Una curiosità. Mettiamo che uno sia uno sviluppatore che ha firmato
qualche NDA per avere l'SDK ufficiale della Sony. A quel punto la Sony
potrebbe vietargli di sviluppare software homebrew, per il semplice fatto
che lui ha avuto accesso ad informazioni riservate?
No.

Dal punto di vista giuridico, Sony non può
vietare ad una persona di sviluppare il suo
software X,Y,Z. L'attività degli sviluppatori,
anche se sotto contratto con Sony, è comunque
un'attività libera: in altri termini, io posso avere
un contratto con Sony ma nel contempo posso
sviluppare dei software per i fatti miei.

Semmai, Sony potrebbe eccepire una violazione
solo in presenza di un software che richiama le
librerie dell'SDK ufficiale e che viene venduto
fuori dalle regole del contratto.

Tuttavia, se il programma è scritto usando il PSPSDK
libero + librerie non Sony, Sony non può opporre
un bel niente dal punto di vista legale.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-09 22:03:57 UTC
Permalink
Semmai, Sony potrebbe eccepire una violazione solo in presenza di un
software che richiama le librerie dell'SDK ufficiale e che viene venduto
fuori dalle regole del contratto.
Tuttavia, se il programma scritto usando il PSPSDK libero + librerie
non Sony, Sony non pu opporre un bel niente dal punto di vista legale.
Non è proprio così.
Gli NDA riguardanti hardware e software in gran parte dei casi ti vietano
di usare in qualsiasi modo le informazioni che ricavi dal materiale a cui
accedi.
Per esempio, avere accesso a informazioni non pubbliche sull'architettura
hardware della PSP può rendere molto più facile lo sviluppo di firmware
alternativi o di software per il downgrade.
Certo, in teoria uno può aver scoperto come fare tramite del semplice
reverse engineering (la cui legalità però dipende dal paese in cui viene
eseguito), ma se la stessa persona ha accesso diretto agli stessi dati è
molto difficile dimostrare che non abbia usate le informazioni riservate.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-09 22:08:53 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Per esempio, avere accesso a informazioni non pubbliche sull'architettura
hardware della PSP può rendere molto più facile lo sviluppo di firmware
alternativi o di software per il downgrade.
Certo, in teoria uno può aver scoperto come fare tramite del semplice
reverse engineering (la cui legalità però dipende dal paese in cui viene
eseguito), ma se la stessa persona ha accesso diretto agli stessi dati è
molto difficile dimostrare che non abbia usate le informazioni riservate.
Se tu stai usando semplicemente le informazioni
presenti nel PSPSDK, è chiaro che non stai
usando informazioni "riservate".

Altrimenti tali informazioni non starebbero nel
PSPSDK.

Inoltre, ti ricordi, che è Sony ad avere l'obbligo
di dimostrare che sono state usate informazioni
che non potevano essere disponibili in rete, non
il contrario.

Ma del resto, allo stato attuale, si può realizzare
un buon software per PSP anche senza usare
informazioni "segrete" di Sony. L'unica cosa che
manca è un compilatore un pò più efficiente del
PSP-GCC, per il resto le informazioni che si
hanno sono più che copiose, anche senza bisogno
di rivolgersi a Sony.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-09 22:49:57 UTC
Permalink
Inoltre, ti ricordi, che Sony ad avere l'obbligo di dimostrare che sono
state usate informazioni che non potevano essere disponibili in rete,
non il contrario.
Se una persona che conosce la documentazione riservata di un hardware e
pubblica materiale che può essere basato su quelle informazioni ti sembra
possibile che abbia fatto reverse engineering di cose che già sapeva?
È come nel caso dei plagi: è teoricamente possibile che tu scriva un
libro di fiction di 500 pagine identico scena per scena a un altro per
puro caso di cui sei in possesso, ma non è credibile che sia avvenuto
così.
Ma del resto, allo stato attuale, si pu realizzare un buon software per
PSP anche senza usare informazioni "segrete" di Sony. L'unica cosa che
manca un compilatore un p pi efficiente del PSP-GCC, per il resto le
informazioni che si hanno sono pi che copiose, anche senza bisogno di
rivolgersi a Sony.
Qui si parlava dell'eventuale caso di uno sviluppatore ufficiale che
partecipa a questi progetti, il discorso era diverso.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Alessandro Monopoli
2008-04-09 23:07:36 UTC
Permalink
Pegasus, ma perchè vuoi entrare in un casino mastodontico del genere?
Non conosco un singolo prodotto che sia nato da una libreria non Sony,
per PSP, e sia anche uscito sul mercato.

Tra l'altro non potrebbe nemmeno uscire su UMD, poichè li stampa solo
Sony, ma solo su chiavetta, quindi richiederebbe una modifica o un
downgrade.

Tutti i prodotti che conosco hanno visto l'acquisto dell'SDK, un po' di
Submission e poi la pubblicazione finale.

Fare in altro modo significa tirarsi contro un sacco di problemi. Tu
puoi avere ragione, in fondo, ma stai cavillando.
I cavilli portano a cause infinite e COSTOSE. Tu puoi sostenere una cosa
del genere?
Pegasus
2008-04-10 05:48:52 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Pegasus, ma perchè vuoi entrare in un casino mastodontico del genere?
Non conosco un singolo prodotto che sia nato da una libreria non Sony, per
PSP, e sia anche uscito sul mercato.
I prodotti esistono, e non vengono scritti da anonimi,
ma da gente che pubblica con nome e cognome.

E Sony non ha mai fatto contestazioni, anche perchè
sa che deve vedersela con le legislazioni locali.

Per esempio, con il diritto degli utenti italiani a
scrivere programmi per i propri sistemi di
elaborazione, diritto che in Italia è garantito da
una legge dello stato.

Su psp-ita abbiamo pubblicato dei programmi, ma
non è che lo facciamo nell'anonimato, perchè Sony
ci potrebbe fare causa.

Lo abbiamo fatto tranquillamente ed alla luce del
sole.
Post by Alessandro Monopoli
Fare in altro modo significa tirarsi contro un sacco di problemi. Tu puoi
avere ragione, in fondo, ma stai cavillando.
I cavilli portano a cause infinite e COSTOSE. Tu puoi sostenere una cosa
del genere?
Non c'è una causa come una che sia stata intentata da Sony
contro chi produce gli homebrew.

E non può essere altrimenti, posto che gli homebrew vengono
realizzati usando il PSPSDK + librerie come nd e LTE, e
senza usare informazioni "Sony confidential".

Quindi, non si capisce quale diritto di Sony verrebbe violato
nella creazione di un programma.

Sony può avere la volontà di controllare in modo chiuso la
piattaforma, ma una cosa è la volontà di una azienda, e una
cosa diversa sono le leggi dello stato in materia. Tralaltro,
un comportamento del genere da parte di Sony, non solo
non è tutelato da alcuna legge dello stato, ma andrebbe
chiaramente contro le direttive comunitarie in materia
(ricordi cosa è successo tra UE e Microsoft?)
Alessandro Monopoli
2008-04-11 18:11:17 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Alessandro Monopoli
Pegasus, ma perchè vuoi entrare in un casino mastodontico del genere?
Non conosco un singolo prodotto che sia nato da una libreria non Sony, per
PSP, e sia anche uscito sul mercato.
I prodotti esistono, e non vengono scritti da anonimi,
ma da gente che pubblica con nome e cognome.
Mi puoi dire un prodotto commerciale su UMD che non abbia seguito il
processo standard si acquisto dell'sdk + le submissions?

Magari su UMD è un po' complesso: basta un software commerciale che vada
su chiavetta e non abbia seguito il processo standard.

Te lo chiedo, perchè se mi dici un titolo UMD, allora domani vado dai
miei capi e gli dico che abbiamo buttato un sacco di soldi e tempo nel
water, lavorando con i kit ufficiali Sony :-)

Alex
Pegasus
2008-04-11 18:27:45 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Magari su UMD è un po' complesso: basta un software commerciale che vada
su chiavetta e non abbia seguito il processo standard.
Furikup....
Visual Application...
LightMP3....
BA....


Ah... per inciso... perchè il software deve essere commerciale
per fare l'esempio ?

Se è illegale produrre software per la piattaforma lo è a
prescindere dal fatto che tu venda o regali.

Peccato che non ci sia mezza azione legale di Sony a
giustificare quanto affermate...
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-11 19:31:58 UTC
Permalink
Se illegale produrre software per la piattaforma lo a prescindere dal
fatto che tu venda o regali.
Invece la differenza non è mica piccola.
Per farti un esempio, creare mappe o simili per un gioco è difficile da
attaccare giuridicamente, mentre venderle può creare problemi. Non a
caso, una volta, le riviste che distribuivano mappe e mod spesso li
indicavano come allegati omaggio, quando in realtà erano il vero
contenuto della rivista.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-11 20:08:45 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Invece la differenza non è mica piccola.
Per farti un esempio, creare mappe o simili per un gioco è difficile da
attaccare giuridicamente, mentre venderle può creare problemi. Non a
caso, una volta, le riviste che distribuivano mappe e mod spesso li
indicavano come allegati omaggio, quando in realtà erano il vero
contenuto della rivista.
E' una situazione *totalmente* differente.


Il punto sostanziale della questione è che, se io scrivo un software
come BA, il codice l'ho scritto io, mica lo ha scritto Sony.

La si rigiri come si vuole: **non** esiste alcuna legge dello
stato italiano che statuisce un diritto di chiudere l'hardware.

Non esiste nessuna legge di questo paese che dice che se tu
scrivi un programma, per il solo fatto che il *tuo* programma gira
sulla PSP, tu devi chiedere una qualche autorizzazione a Sony
per vederlo ad una persona o per farlo scaricare da Internet.

Non c'è questa legge.

Anzi, il legislatore tutela espressamente il diritto di chi acquista
un pezzo di hardware di provvedere al reserve engineering allo
scopo di ricavare le informazioni necessarie per la programmazione
e per la realizzazione di programmi compatibili, ove il produttore
non fornisca direttamente tali informazioni.

Ma del resto, argomentare diversamente, significherebbe dire
che in sostanza Sony può pretendere dei soldi per un programma
che essa **non** ha in alcun modo realizzato. E non solo, che
può anche opporsi alla commercializzazione *di un programma non
suo*.

A che titolo ? In base a quale articolo del codice ?
Alessandro Monopoli
2008-04-12 01:12:23 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Il punto sostanziale della questione è che, se io scrivo un software
come BA, il codice l'ho scritto io, mica lo ha scritto Sony.
La si rigiri come si vuole: **non** esiste alcuna legge dello
stato italiano che statuisce un diritto di chiudere l'hardware.
Questo è molto positivo! Da domani direi che possiamo buttare via i kit,
fregarcene delle submission e fare superbike psp felici e contenti con
la robe homebrew!

Che stupidi siamo stati fino ad oggi!
Mi sa che ci sarà qualche problema con gli UMD, ma tanto gli utenti PSP
non usano gli UMD :-D

Siamo stati anche molto stupidi a dare le royalties! Pensa che le case
che fanno le console ci vivono delle royalties: tutte in galera! :-D

Alex
Pegasus
2008-04-12 05:49:54 UTC
Permalink
Siamo stati anche molto stupidi a dare le royalties! Pensa che le case che
fanno le console ci vivono delle royalties: tutte in galera! :-D
Ancora non mi hai spiegato a che titolo Sony può
chiedere dei soldi su un programma a cui lei non
ha contribuito in alcun modo, e che è stato
sviluppato con un SDK non suo.

Se mi dici che le royalties si pagano in virtù di un
contratto, che concede allo sviluppatore di usare
il brand PSP, i marchi, il loro compilatore, la loro
documentazione, e gli UMD, allora sono d'accordo
con te, ma se queste cose non vengono utilizzate,
e si usano strumenti free alternativi, a che titolo
Sony può pretendere queste famigerate royalties?
Alessandro Monopoli
2008-04-12 10:35:08 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Se mi dici che le royalties si pagano in virtù di un
contratto, che concede allo sviluppatore di usare
il brand PSP, i marchi, il loro compilatore, la loro
documentazione, e gli UMD, allora sono d'accordo
con te, ma se queste cose non vengono utilizzate,
e si usano strumenti free alternativi, a che titolo
Sony può pretendere queste famigerate royalties?
Sono d'accordo con te: semplicemente non può, però io starei molto
attento per quanto riguarda i prodotti commerciali.

Da quanto leggo, conosci benissimo le leggi, immagino perchè le leggi di
questo genere siano il pane quotidiano di chi lavora con tutti gli
strumenti non ufficiali.

Purtroppo i prodotti commerciali sono delle brutte bestie: Sony potrebbe
decidere di fare qualcosa. Avrebbe torto, secondo quanto mi dici, ma
farebbe qualcosa. Questo "qualcosa" potrebbe essere una causa, che
vinceresti, ma per vincerla avresti bisogno di un avvocato. Non so se ce
ne siano di ufficio per cose del genere e non so se un avvocato
d'ufficio Italiano sarebbe esperto di queste tematiche.

Per questo dico: Perchè entrare in un terreno minato del genere?
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 10:50:02 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Purtroppo i prodotti commerciali sono delle brutte bestie: Sony potrebbe
decidere di fare qualcosa. Avrebbe torto, secondo quanto mi dici, ma
farebbe qualcosa. Questo "qualcosa" potrebbe essere una causa, che
vinceresti, ma per vincerla avresti bisogno di un avvocato. Non so se ce
ne siano di ufficio per cose del genere e non so se un avvocato
d'ufficio Italiano sarebbe esperto di queste tematiche.
Una delle tante cose che potrebbero questionare è il fatto che il
prodotto venduto richieda una modifica non autorizzata (firmware) della
console, che può creare problemi di compatibilità coi titoli ufficiali
(per forza di cose non può essere garantita) e quindi dare un'immagine
sbagliata della console in termini di efficienza. Ed è solo la prima che
mi viene in mente.

Tanto per fare un esempio: non è vietato (e non può esserlo) modificare
una console con chip vari, ma in tribunale chi vendeva questo tipo di
hardware ha sempre perso, anche in Italia. Evidentemente una differenza
ci sarà.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 10:59:38 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Una delle tante cose che potrebbero questionare è il fatto che il
prodotto venduto richieda una modifica non autorizzata (firmware) della
console, che può creare problemi di compatibilità coi titoli ufficiali
(per forza di cose non può essere garantita) e quindi dare un'immagine
sbagliata della console in termini di efficienza. Ed è solo la prima che
mi viene in mente.
Alt.

Solo che una cosa è un firmware non ufficiale, ed una
cosa è il prodotto venduto che richiede il firmware non
ufficiale.

Poi è un ragionamento grottesco, consentimi: chi installa
un CF è consapevole che il firmware non è quello ufficiale,
sa di perdere la garanzia, ma è logico che non si farà mai,
per questo motivo, "una immagine sbagliata della console
in termini di efficienza"....
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Tanto per fare un esempio: non è vietato (e non può esserlo) modificare
una console con chip vari, ma in tribunale chi vendeva questo tipo di
hardware ha sempre perso, anche in Italia. Evidentemente una differenza
ci sarà.
No, chi vendeva questi chip ha **vinto** in appello a Bolzano,
e poi la sentenza è stata riformata in Cassazione, **solo** perchè
quei chip potevano essere usati **anche** per eludere sistemi
di protezione del copyright.

Attenzione: non c'entra comunque niente con programmi homebrew,
lì si parla di dispositivi hardware di rimozione delle protezioni.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 12:07:26 UTC
Permalink
No, chi vendeva questi chip ha **vinto** in appello a Bolzano, e poi la
sentenza stata riformata in Cassazione, **solo** perch quei chip
potevano essere usati **anche** per eludere sistemi di protezione del
copyright.
Attenzione: non c'entra comunque niente con programmi homebrew, l si
parla di dispositivi hardware di rimozione delle protezioni.
E cosa fa il firmware modificato? Perché se non togli le protezioni
l'homebrew non può girare.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 13:08:48 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Attenzione: non c'entra comunque niente con programmi homebrew, l si
parla di dispositivi hardware di rimozione delle protezioni.
E cosa fa il firmware modificato? Perché se non togli le protezioni
l'homebrew non può girare.
Non è così.

A parte il fatto che allo sviluppatore del gioco non
importa perchè lui non produce un *firmware*, ma
un *programma* che è compatibile con l'API di
un certo firmware... Quindi stiamo parlando del
nulla cosmico, per quanto mi riguarda...

Ma il problema è che è proprio una situazione
tecnicamente differente.

Sony dava la possibilità di eseguire homebrew nella
sua versione firmware ufficiale 1.50. Questo dovrebbe
darti da pensare.

I CF recuperano un modulo software che Sony aveva
eliminato a partire dal firmware 2.00, dando la possibilità
di rieseguire programmi homebrew su MS anche su
firmware successivi all'1.50.

Nella fase di caricamento del PBP, il firmware
carica il *tuo* programma, e lo esegue, non c'è
attività di bypassing di controlli che proteggono il
diritto d'autore.


Chi realmente bypassa i controlli (lo so perchè l'ho cercato
su Google), non è il CF in sè, ma un componente
chiamato ISO Loader, che consente di eseguire delle ISO
dalla memory stick. Però, è ovvio che se tu installi il
CF ma non l'ISO Loader, sei nella più
piena legalità. Per fare questo è sufficiente usare un
firmware precedente al 3.50 per esempio.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 13:20:12 UTC
Permalink
I CF recuperano un modulo software che Sony aveva eliminato a partire
dal firmware 2.00, dando la possibilit di rieseguire programmi homebrew
su MS anche su firmware successivi all'1.50.
Nella fase di caricamento del PBP, il firmware carica il *tuo*
programma, e lo esegue, non c' attivit di bypassing di controlli che
proteggono il diritto d'autore.
Chi realmente bypassa i controlli (lo so perch l'ho cercato su Google),
non il CF in s, ma un componente chiamato ISO Loader, che consente di
eseguire delle ISO dalla memory stick.
In ogni caso, a meno di non avere una PSP ancora ferma all'1.50, mi
sembra che confermi anche tu che qualcosa che salta i controlli ci vuole.

Comunque, ripeto per la trecentesima volta: nessuno ha detto che non puoi
sviluppare, si parlava di *rischio* (rischio!=certezza) di guai in caso
di distribuzione commerciale.
E ci sono soggetti (il 99% dell'industria, di fatto) che per evitare quel
rischio spendono puntualmente cifre enormi. Sentirsi dire che sono (di
fatto) tutti dei pirla perché possono fare quello che vogliono se solo
evitano di scrivere PSP col logo giusto sulla scatola fa un po' ridere,
se permetti.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 13:39:05 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
In ogni caso, a meno di non avere una PSP ancora ferma all'1.50, mi
sembra che confermi anche tu che qualcosa che salta i controlli ci vuole.
No. Ti sto solo dicendo che la PSP non esegue controlli sui
PBP delle Memory Stick. Li esegue sul codice contenuto
negli UMD.
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
E ci sono soggetti (il 99% dell'industria, di fatto) che per evitare quel
rischio spendono puntualmente cifre enormi. Sentirsi dire che sono (di
fatto) tutti dei pirla perché possono fare quello che vogliono se solo
evitano di scrivere PSP col logo giusto sulla scatola fa un po' ridere,
se permetti.
Senti, io non ho scritto che sono dei pirla.

Io sono solo venuto qui a chiedere se qualche sviluppatore mi
voleva aiutare, non sono venuto come al solito a sentire
10.000 polemiche tipo ICOD sul fatto che però Sony può
fare questo, e può fare quello, perchè per qualche articolo
non ben specificato sarebbe illegale produrre software *tuo*
per una loro piattaforma senza il loro consenso, perchè lo
dice mio cuggino ecc. ecc. ecc.

Ormai in tutto il mondo ci sono sviluppatori che lavorano
sul PSPSDK, portano software anche sofisticati (non lo
faccio solo io), e non mi risulta che Sony abbia avviato
azioni legali.

Poi tu puoi credere quello che vuoi....
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 15:45:43 UTC
Permalink
Io sono solo venuto qui a chiedere se qualche sviluppatore mi voleva
aiutare, non sono venuto come al solito a sentire 10.000 polemiche tipo
ICOD sul fatto che per Sony pu fare questo, e pu fare quello, perch per
qualche articolo non ben specificato sarebbe illegale produrre software
*tuo* per una loro piattaforma senza il loro consenso, perch lo dice mio
cuggino ecc. ecc. ecc.
Aridaje... Allora, per la trecento-unesima volta, ma leggilo bene almeno
stavolta, scusa il maiuscolo ma magari ti aiuta a capirlo una volta per
tutte: NESSUNO HA DETTO CHE NON PUOI FARLO.
Semplicemente ti si è fatta un'osservazione su uno dei tanti aspetti a
cui bisogna fare attenzione in progetti del genere, fine. A te può
sembrare banale, ma in rete è pieno di gente che pensa che per aprire una
software house e pubblicare giochi a livello professionale basta prendere
il primo devkit non ufficiale che trova in giro. Capito adesso perché si
faceva questo discorso?

Non sei su Usenet da ieri, quindi dovresti sapere benissimo che non puoi
pretendere che le risposte a un thread riguardino solo l'aspetto che vuoi
tu.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 15:55:36 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Non sei su Usenet da ieri, quindi dovresti sapere benissimo che non puoi
pretendere che le risposte a un thread riguardino solo l'aspetto che vuoi
tu.
Ok, Silver, ma i giochi io non li devo sviluppare.

Vorrei solo portare un paio di librerie per aiutare
gli altri a svilupparli su nd.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 16:38:23 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Ok, Silver, ma i giochi io non li devo sviluppare.
Infatti si diceva che era una puntualizzazione per chi dovesse usare le
librerie.


See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 13:14:19 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
E cosa fa il firmware modificato? Perché se non togli le protezioni
l'homebrew non può girare.
Ah, a proposito, credo che questo possa
interessarti:

http://larivoluzione.blogspot.com/2007/10/modchip-modchop.html
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-12 13:26:00 UTC
Permalink
Post by Pegasus
http://larivoluzione.blogspot.com/2007/10/modchip-modchop.html
Guarda che io sarei contentissimo se le console avessero meno blocchi,
soprattutto visto quanto costano i devkit a chi, come me, ci lavora (per
non parlare della questione delle chiusure regionali).

La vicenda che indichi al momento mi pare chiuda la questione
strettamente giuridica a favore di Sony, e in generale si basa su
distinzioni molto molto sottili e incerte (computer/console, che già
avrebbe chiuso il discorso se Sony avesse dichiarato la sua console per
quello che era, e software/"non mero software").
Personalmente io non ci baserei mai un'attività economica su un cavillo
del genere.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Pegasus
2008-04-12 13:49:26 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Guarda che io sarei contentissimo se le console avessero meno blocchi,
soprattutto visto quanto costano i devkit a chi, come me, ci lavora (per
non parlare della questione delle chiusure regionali).
Il vero vantaggio tecnico di un devkit è che il compilatore
PSP-GCC attualmente è inferiore a quello Sony.

Attualmente non si può scrivere un software come Ridge
Racer per PSP con il PSP-GCC, perchè la velocità sarebbe
troppo bassa.

Quello è il motivo principale.


Per il resto, ci sono software anche grossi e complessi, come
BA, Furikup, LightMP3, e non c'è un solo caso, come uno,
di azioni giudiziarie o lettere di avvocati Sony.

Anche perchè sarebbe decisamente controproducente anche
per loro.

Ci sono anche dei videogiochi open-source, e la Sony non ha
avuto nulla da dire.

Quindi....
Alessandro Monopoli
2008-04-12 15:26:03 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Guarda che io sarei contentissimo se le console avessero meno blocchi,
soprattutto visto quanto costano i devkit a chi, come me, ci lavora (per
non parlare della questione delle chiusure regionali).
Il vero vantaggio tecnico di un devkit è che il compilatore
PSP-GCC attualmente è inferiore a quello Sony.
Attualmente non si può scrivere un software come Ridge
Racer per PSP con il PSP-GCC, perchè la velocità sarebbe
troppo bassa.
Beh, anche il fatto con il debug è molto più semplice, utilizzando il
kit ufficiale :) Hai molte più possibilità, oltre che il supporto
diretto di sony e della comunità di sviluppatori.
La faccenda del compilatore che compila codice lento mi suona strana.
Post by Pegasus
Per il resto, ci sono software anche grossi e complessi, come
BA, Furikup, LightMP3, e non c'è un solo caso, come uno,
di azioni giudiziarie o lettere di avvocati Sony.
Ma tutti questi software sono in vendita oppure sono gratuiti?

Ciao!
Alex
Pegasus
2008-04-12 15:38:57 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Il vero vantaggio tecnico di un devkit è che il compilatore
PSP-GCC attualmente è inferiore a quello Sony.
Attualmente non si può scrivere un software come Ridge
Racer per PSP con il PSP-GCC, perchè la velocità sarebbe
troppo bassa.
Beh, anche il fatto con il debug è molto più semplice, utilizzando il kit
ufficiale :) Hai molte più possibilità, oltre che il supporto diretto di
sony e della comunità di sviluppatori.
La faccenda del compilatore che compila codice lento mi suona strana.
Appunto.

Il compilatore PSP-GCC non usa la VFPU per i
calcoli matematici in virgola mobile.

E' uno dei problemi maggiori.
Post by Pegasus
Per il resto, ci sono software anche grossi e complessi, come
BA, Furikup, LightMP3, e non c'è un solo caso, come uno,
di azioni giudiziarie o lettere di avvocati Sony.
Ma tutti questi software sono in vendita oppure sono gratuiti?
Per ora sono gratuiti, ma non credo che cambierebbe molto
se venissero venduti.

(scusami, per sbaglio mi è partita una email privata)
Davide Pasca
2008-04-12 19:22:29 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Alessandro Monopoli
Ma tutti questi software sono in vendita oppure sono gratuiti?
Per ora sono gratuiti, ma non credo che cambierebbe molto
se venissero venduti.
..fermi tutti !
C'e' una bella differenza tra l'homebrew fine a se stesso e l'homebrew
a scopo commerciale.
C'e' un precedente e con gli emulatori PS1. La Sony ha sempre chiuso
un occhio per il PSEmu Pro (free) ma si e' accanita sul Bleem!
(commerciale)

E' possibile che la Sony continuera' a chiudere un occhio
sull'homebrew, se non addirittura a ben volerlo ufficiosamente.. ma il
suo business e' di vendere software e non credo che abbia intenzione
di condividere la torta "in nero" con nessuno.

ole'
Davide
Pegasus
2008-04-12 20:29:47 UTC
Permalink
Post by Davide Pasca
C'e' una bella differenza tra l'homebrew fine a se stesso e l'homebrew
a scopo commerciale.
C'e' un precedente e con gli emulatori PS1. La Sony ha sempre chiuso
un occhio per il PSEmu Pro (free) ma si e' accanita sul Bleem!
(commerciale)
Non c'entra proprio nulla con il discorso che facevamo.
E tralaltro Bleem la causa l'ha vinta....
Alessandro Monopoli
2008-04-13 00:14:15 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Davide Pasca
C'e' una bella differenza tra l'homebrew fine a se stesso e l'homebrew
a scopo commerciale.
C'e' un precedente e con gli emulatori PS1. La Sony ha sempre chiuso
un occhio per il PSEmu Pro (free) ma si e' accanita sul Bleem!
(commerciale)
Non c'entra proprio nulla con il discorso che facevamo.
E tralaltro Bleem la causa l'ha vinta....
In effetti no: un emulatore è una cosa, mentre il software homebrew
un'altra.

Però il caso è interessante: se Sony ha fatto un casino per Bleem, ben
sapendo che avrebbe perso, la cosa da da pensare.

Infatti poi Bleem, vinto o perso, in qualche modo è scomparso.

Parlo di questi casini quando penso al software commerciale homebrew.

Ciao!
Alex
Pegasus
2008-04-13 05:59:23 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Però il caso è interessante: se Sony ha fatto un casino per Bleem, ben
sapendo che avrebbe perso, la cosa da da pensare.
Infatti poi Bleem, vinto o perso, in qualche modo è scomparso.
Parlo di questi casini quando penso al software commerciale homebrew.
Ragionando in questi termini, però, oggi non avremmo
niente di ciò che costituisce il panorama informatico
mondiale.

- Non avremmo i cd-rom, perchè chi doveva scrivere
il software di masterizzazione non lo avrebbe fatto, perchè
le case produttrici, "potrebbero" creare dei problemi
legali;

- Non avremmo Openoffice, perchè MS "potrebbe" agire
contro il produttore sostenendo che viene violato il loro
business, o un qualche non meglio specificato brevetto

- Non avremmo il kernel Linux, perchè chiunque "potrebbe"
sostenere che quel kernel contiene codice licenziato (qualcuno
ci ha provato, solo che ha perso...), o addirittura che forse
Intel può richiedere delle royalties perchè "in fondo i
computer li fabbricano loro no?"

- Non avremmo alcun software per Windows, perchè ognuno
richiama funzioni delle librerie di Microsoft, pertanto Microsoft
"potrebbe" richiedere una royalty per ogni software compatibile
con i proprii sistemi operativi.



Con i potrebbe, non si costruisce il diritto.

Il mio punto comunque è solo tecnico. A me interessa che
esistano ndAllegro ed ndSDL per fare crescere la piattaforma.

Poi che Sony possa o meno fare qualcosa, la questione non
mi riguarda, riguarda chi eventualmente vende il gioco (se
eventualmente ci sarà).

Anche se ndAllegro o ndSDL fossero usati esclusivamente
per scopi free, per me sarebbe già un ottimo risultato.
Alessandro Monopoli
2008-04-13 09:58:09 UTC
Permalink
Post by Pegasus
- Non avremmo alcun software per Windows, perchè ognuno
richiama funzioni delle librerie di Microsoft, pertanto Microsoft
"potrebbe" richiedere una royalty per ogni software compatibile
con i proprii sistemi operativi.
Con i potrebbe, non si costruisce il diritto.
Il mio punto comunque è solo tecnico. A me interessa che
esistano ndAllegro ed ndSDL per fare crescere la piattaforma.
Poi che Sony possa o meno fare qualcosa, la questione non
mi riguarda, riguarda chi eventualmente vende il gioco (se
eventualmente ci sarà).
Anche se ndAllegro o ndSDL fossero usati esclusivamente
per scopi free, per me sarebbe già un ottimo risultato.
Sono discorsi un po' tirati per i capelli :) In particolare quello di
Windows, poichè nella licenza dice proprio che puoi senza costi.

Se verrà usato solo per scopi Free, credo che andrà bene come è sempre
andato.

Alex
Davide Pasca
2008-04-14 00:08:49 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Davide Pasca
C'e' una bella differenza tra l'homebrew fine a se stesso e l'homebrew
a scopo commerciale.
C'e' un precedente e con gli emulatori PS1. La Sony ha sempre chiuso
un occhio per il PSEmu Pro (free) ma si e' accanita sul Bleem!
(commerciale)
Non c'entra proprio nulla con il discorso che facevamo.
E tralaltro Bleem la causa l'ha vinta....
E invece c'entra. Fa vedere come la tolleranza finisca nel momento in
cui qualcuno passa dall'amatoriale al commerciale.
Sei completamente fuori se speri di commercializzare software su una
console senza la licenza di chi produce l'hardware. Fattene una
ragione.

8)
Pegasus
2008-04-14 06:57:31 UTC
Permalink
Post by Davide Pasca
E invece c'entra. Fa vedere come la tolleranza finisca nel momento in
cui qualcuno passa dall'amatoriale al commerciale.
Sei completamente fuori se speri di commercializzare software su una
console senza la licenza di chi produce l'hardware. Fattene una
ragione.
Io veramente non speravo di commercializzare
un bel niente. Speravo di portare delle librerie.

Stop.

Poi l'uso che se ne fa è un altro paio di maniche.
Davide Pasca
2008-04-14 08:51:59 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Io veramente non speravo di commercializzare
un bel niente. Speravo di portare delle librerie.
Stop.
Poi l'uso che se ne fa è un altro paio di maniche.
In tal caso e' probabile che la Sony non faccia nulla. Benche' sono
sicuro che potrebbe sventolare l'EULA e mettere in moto qualche
avvocato in qualsiasi momento.
Quando pero' dici che per sviluppare su PSP non serve autorizzazione,
attento perche' la Sony non la pensa come te.
Ad esempio al giorno d'oggi sia Microsoft che Sony permettono di
sviluppare su XBox 360, e PS3, ma entro i loro termini (senza usare
processore grafico o usando per forza XNA).
E' lecito credere che Sony non voglia farsi troppa pubblicita'
negativa perseguendo gli hobbisti, ma e' anche importante capire che
c'e' una truppa di avvocati pronti solo ad essere sguinzagliati ;)

Fossi in te ci proverei, l'importante e' capire i possibili rischi a
cui si va incontro.
Buona fortuna con la tua iniziativa !
bauuuuuuuu
Pegasus
2008-04-12 10:53:15 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Per questo dico: Perchè entrare in un terreno minato del genere?
Non è quello il punto.

La mia idea è molto semplice: io non mi devo
occupare di sviluppare giochi. Semplicemente
mi è stato proposto di aprire la tecnologia alla
base di nd anche agli sviluppatori di giochi,
portando qualche libreria come le Allegro o
(adesso mi dicono...) le SDL.

In effetti, ho visto che esiste già un porting delle
SDL per PSP (non compatibile però con nd),
sviluppato dal team ps2dev.

Ci vorrebbe davvero poco a fare i cambiamenti
su questa codebase, ed a rendere SDL compatibile
con nd.

Sono venuto qui per cercare qualche sviluppatore
con cui lavorare: la logica dell'open-source è
quella. Sto valutando con quali forze possono
lavorare e se ne vale la pena. Tutto qui.


Poi, una volta costruito ndSDL, se qualcuno vuole
svilupparci sopra un gioco commerciale, questo
sarà qualcosa che riguarderà lui e non me.

Malgrado questo, osservo che ora di codice per PSP
non ufficiale ce n'è un bel pò, ma non risultano azioni
legali di Sony. Anzi addirittura il loro ufficio stampa ha
detto che il loro interesse non è impedire la produzione
di homebrew, quanto piuttosto impedire la pirateria
(che è cosa ben diversa).

Quindi escludo che Sony possa realmente creare dei
problemi...
Alessandro Monopoli
2008-04-12 15:29:40 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by Alessandro Monopoli
Per questo dico: Perchè entrare in un terreno minato del genere?
Non è quello il punto.
La mia idea è molto semplice: io non mi devo
occupare di sviluppare giochi. Semplicemente
mi è stato proposto di aprire la tecnologia alla
base di nd anche agli sviluppatori di giochi,
portando qualche libreria come le Allegro o
(adesso mi dicono...) le SDL.
Io ho sempre amato Allegro: ho praticamente iniziato usando lei e mi è
sempre piaciuto.

Io non sono interessato (non ho tempo e nonostante tutto non voglio
problemi), ma posso girare la tua rischiesta in azienda :)

Ciao!
Alex
Pegasus
2008-04-12 15:34:33 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Io non sono interessato (non ho tempo e nonostante tutto non voglio
problemi), ma posso girare la tua rischiesta in azienda :)
Grazie.

Se qualcuno mi vuole aiutare... :)

Io non ci guadagno nulla, solo vorrei dare ai
miei utenti la possibilità di portare velocemente
anche dei giochi oltre al software che sviluppiamo
per scopi scientifici...
?manu*
2008-04-13 07:19:37 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Post by Pegasus
La si rigiri come si vuole: **non** esiste alcuna legge dello
stato italiano che statuisce un diritto di chiudere l'hardware.
Questo è molto positivo! Da domani direi che possiamo buttare via i kit,
fregarcene delle submission e fare superbike psp felici e contenti con
la robe homebrew!
Mi confermate che l'atteggiamento di Sony è diverso da quello di
Nintendo? Perché se uno riuscisse a fare un prodotto commerciale per una
console Nintendo con software homebrew avrebbe tutta la convenienza di
farlo comunque licenziare da Nintendo che, credo, non chiede royalties
per i giochi sulle sue console.

E.
Pegasus
2008-04-13 07:29:12 UTC
Permalink
Mi confermate che l'atteggiamento di Sony è diverso da quello di Nintendo?
Perché se uno riuscisse a fare un prodotto commerciale per una console
Nintendo con software homebrew avrebbe tutta la convenienza di farlo
comunque licenziare da Nintendo che, credo, non chiede royalties per i
giochi sulle sue console.
Quello che io ti posso dire è semplicemente che non
ci sono cause in corso, e che si dovrebbe chiarire a
che titolo legale sono richieste tale royalties da parte
di Sony.

Poi Sony può in teoria intentare una causa su tutto
quello che vuole, ma non è detto che la vinca.

Una legge dello stato italiano che gli assegna automaticamente
il diritto alle royalties non c'è....



Ma comunque stiamo parlando del nulla, perchè *prima*
si dovrebbero portare le librerie che servono su nd, e *poi*
magari si possono porre queste questioni.

Una codebase già c'è, quindi la cosa si potrebbe ottenere in
poco tempo.

Per quanto riguarda Nintendo, non so. Quello che posso dire
è che se si scrivesse un HAL di nd per Nintendo DS, a
quel punto si potrebbero creare software bipiattaforma, ossia
che girano sia sul DS che sulla PSP.
?manu*
2008-04-13 09:59:30 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Mi confermate che l'atteggiamento di Sony è diverso da quello di Nintendo?
Perché se uno riuscisse a fare un prodotto commerciale per una console
Nintendo con software homebrew avrebbe tutta la convenienza di farlo
comunque licenziare da Nintendo che, credo, non chiede royalties per i
giochi sulle sue console.
Quello che io ti posso dire è semplicemente che non
ci sono cause in corso, e che si dovrebbe chiarire a
che titolo legale sono richieste tale royalties da parte
di Sony.
La Sony potrebbe chiedere delle royalties per darti il permesso di
scrivere "licensed by Sony" o "certified by Sony" o per darti il
permesso di mettere il suo marchio.

E.
Pegasus
2008-04-13 10:37:54 UTC
Permalink
Post by ?manu*
La Sony potrebbe chiedere delle royalties per darti il permesso di
scrivere "licensed by Sony" o "certified by Sony" o per darti il permesso
di mettere il suo marchio.
E se tu non lo metti ?

Ed anzi scrivi:

"This program has been created using free and open
source PSP software development kit. The software
isn't endorsed in any way by Sony and it requires
firmware 1.5 to work or custom firmware."

e distribuisci solo su internet senza neanche usare UMD ?
?manu*
2008-04-13 15:26:29 UTC
Permalink
Post by Pegasus
"This program has been created using free and open
source PSP software development kit. The software
isn't endorsed in any way by Sony and it requires
firmware 1.5 to work or custom firmware."
e distribuisci solo su internet senza neanche usare UMD ?
Devi distribuire anche i sorgenti, in questo caso. Comunque penso che lo
potresti fare. Ma dubito che avrebbe una grossa diffusione. Purtroppo la
maggior parte dei giochi vendono perché hanno un nome, non perché il
gioco è bello. Se riesci a fare un bel gioco ti conviene cercare di
venderlo ad un publisher, piuttosto che distribuirlo da te.

E.
Pegasus
2008-04-13 15:32:30 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Devi distribuire anche i sorgenti, in questo caso.
Che ?

Scusami, questa è bella, ora il firmware della PSP è
sotto GPL ?
?manu*
2008-04-13 15:46:49 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Post by ?manu*
Devi distribuire anche i sorgenti, in questo caso.
Che ?
Scusami, questa è bella, ora il firmware della PSP è
sotto GPL ?
Che c'entra il firmware? Se le librerie che usi sono GPL non puoi
includerle in un software commerciale senza rilasciare i sorgenti del
tuo software. Dipende dalla licenza free utilizzata dalle librerie. Se
fossero LGPL lo potresti fare.

E.
Pegasus
2008-04-13 15:53:17 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Post by Pegasus
Post by ?manu*
Devi distribuire anche i sorgenti, in questo caso.
Che ?
Scusami, questa è bella, ora il firmware della PSP è
sotto GPL ?
Che c'entra il firmware? Se le librerie che usi sono GPL non puoi
includerle in un software commerciale senza rilasciare i sorgenti del tuo
software. Dipende dalla licenza free utilizzata dalle librerie. Se fossero
LGPL lo potresti fare.
Ehm....

... le librerie le ho scritte io...

Quelle a basso livello invece sono BSD.
Stavi dicendo ?
?manu*
2008-04-13 16:27:28 UTC
Permalink
Post by Pegasus
Ehm....
... le librerie le ho scritte io...
A me interessa il principio generale, non il tuo caso particolare.

E.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-13 08:07:44 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Mi confermate che l'atteggiamento di Sony è diverso da quello di
Nintendo? Perché se uno riuscisse a fare un prodotto commerciale per una
console Nintendo con software homebrew avrebbe tutta la convenienza di
farlo comunque licenziare da Nintendo che, credo, non chiede royalties
per i giochi sulle sue console.
Tutti i produttori di console chiedono royalty, Nintendo compresa.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
?manu*
2008-04-13 10:07:11 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by ?manu*
Mi confermate che l'atteggiamento di Sony è diverso da quello di
Nintendo? Perché se uno riuscisse a fare un prodotto commerciale per una
console Nintendo con software homebrew avrebbe tutta la convenienza di
farlo comunque licenziare da Nintendo che, credo, non chiede royalties
per i giochi sulle sue console.
Tutti i produttori di console chiedono royalty, Nintendo compresa.
Potrei anche sbagliarmi, ma da quello che so un publisher per Nintendo
DS richiede la licenza a Nintendo (che fa un testing del gioco a proprie
spese) e compra le cartucce. Dopodiché non credo che sia tenuta a
comunicare il numero di copie vendute.

E.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-13 10:32:15 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Potrei anche sbagliarmi, ma da quello che so un publisher per Nintendo
DS richiede la licenza a Nintendo (che fa un testing del gioco a proprie
spese) e compra le cartucce. Dopodiché non credo che sia tenuta a
comunicare il numero di copie vendute.
In quel caso di fatto le royalty le paghi a monte, però.
See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
?manu*
2008-04-13 12:13:26 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by ?manu*
Potrei anche sbagliarmi, ma da quello che so un publisher per Nintendo
DS richiede la licenza a Nintendo (che fa un testing del gioco a proprie
spese) e compra le cartucce. Dopodiché non credo che sia tenuta a
comunicare il numero di copie vendute.
In quel caso di fatto le royalty le paghi a monte, però.
Da quello che dite mi pare che l'atteggiamento di Nintendo e Sony sia un
po' diverso. Mi pare che Nintendo si preoccupi di vendere l'hardware che
produce, e faccia di tutto per favorire gli sviluppatori di software.
Ripeto che non vedo motivo per cui una casa di software che riesca a
produrre un homebrew, non dovrebbe cercare di farlo licenziare da
Nintendo. Ne avrebbe solo vantaggi.

Un altro elemento che supporta questa ipotesi è il fatto che (mi pare)
Sony utilizzi la strategia di vendere l'hardware sotto costo.
Evidentemente contano di riguadagnarci col software. DS e PSP hanno
grosso modo lo stesso prezzo, ma ho l'impressione che una PSP abbia
costi di produzione molto maggiori di un DS.

E.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-13 13:08:01 UTC
Permalink
Mi pare che Nintendo si preoccupi di vendere l'hardware che produce, e
faccia di tutto per favorire gli sviluppatori di software.
Per quel che ho visto è un po' più complessa, la cosa, a partire dal
fatto che ottenere la licenza per sviluppare è tutt'altro che banale.
L'impegno di Nintendo finora è sempre stato rivolto a sviluppatori
software già consolidati. Lo stesso programma WiiWare era stato scambiato
per una cosa indirizzata a sviluppatori casalinghi ma non lo è affatto.
Quel che dici tu mi sembra più vicino al programma XNA di Microsoft.
Ripeto che
non vedo motivo per cui una casa di software che riesca a produrre un
homebrew, non dovrebbe cercare di farlo licenziare da Nintendo. Ne
avrebbe solo vantaggi.
Certo, quello che vedo meno probabile è cercare di andare sul mercato da
soli. Anche se immagino che Nintendo chiederebbe comunque di fare un
porting sulle librerie o API ufficiali.
Un altro elemento che supporta questa ipotesi è il fatto che (mi pare)
Sony utilizzi la strategia di vendere l'hardware sotto costo.
Evidentemente contano di riguadagnarci col software. DS e PSP hanno
grosso modo lo stesso prezzo, ma ho l'impressione che una PSP abbia
costi di produzione molto maggiori di un DS.
Di sicuro Sony vende l'hardware in perdita (almeno al lancio) mentre
Nintendo ha sempre venduto in attivo fin dal primo giorno.

See you,
Silver Drake

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
?manu*
2008-04-13 15:42:19 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Anche se immagino che Nintendo chiederebbe comunque di fare un
porting sulle librerie o API ufficiali.
No, questo no. Io ho collaborato con una società per la quale ho
implementato un gioco su GameBoy, utilizzando la documentazione
sull'hardware che si trova su internet. Il GameBoy, ormai, è conosciuto
nei minimi dettagli e ci sono degli emulatori del tutto affidabili.
Dunque abbiamo fatto 'sto gioco senza neanche avere un GameBoy. La
libreria per la grafica me la sono fatta a mano, mentre per l'audio
abbiamo utilizzato una licenza commerciale di una libreria open. Con il
gioco pronto la società non ha avuto problemi ad ottenere la licenza da
Nintendo. La Nintendo ha preso la nostra ROM è l'ha sottoposta a tutti i
test immaginabili. Potrei scommettere che quello che ha speso la
Nintendo per fare i test è molto più di quello che la società ha
guadagnato nel vendere il gioco al publisher.

E.
Riccardo Cangini
2008-04-15 20:16:34 UTC
Permalink
Post by ?manu*
Post by ?manu*
Potrei anche sbagliarmi, ma da quello che so un publisher per Nintendo
DS richiede la licenza a Nintendo (che fa un testing del gioco a proprie
spese) e compra le cartucce. Dopodiché non credo che sia tenuta a
comunicare il numero di copie vendute.
In quel caso di fatto le royalty le paghi a monte, però.
Da quello che dite mi pare che l'atteggiamento di Nintendo e Sony sia un
po' diverso. Mi pare che Nintendo si preoccupi di vendere l'hardware che
produce, e faccia di tutto per favorire gli sviluppatori di software.
Ripeto che non vedo motivo per cui una casa di software che riesca a
produrre un homebrew, non dovrebbe cercare di farlo licenziare da
Nintendo. Ne avrebbe solo vantaggi.
Salve,
una veloce mail per confermare:

1) che ogni cartuccia duplicata è considerata per Nintendo venduta (e di
fatto è come se si pagasse la royalty, visti i costi);
2) che Nintendo non autorizza SW sviluppato con librerie differenti dalle
proprie (che oltretutto aggiorna sistematicamente costringendo i developer
ad adeguarsi in tempi record...).

Aggiungo, in merito alla questione di usare librerie considerate illegittime
da Nintendo, che un publisher serio difficilmente (per non dire mai) si
arrischierebbe ad immettere sul mercato un titolo homebrew; aldilà che una
causa venga vinta o meno, nel frattempo, non sarebbe difficile per Nintendo
obbligare il distributore a ritirare dal commercio il titolo distribuito
(che comunque non verrebbe nemmeno mai duplicato da Nintendo...).

Questo curiosamente uno dei motivi per i quali nel cinema (almeno negli USA)
si adottano talvolta licenze semisconosciute: evitare che un qualsivoglia
scrittore ancor più misconosciuto avanzi qualche diritto sulla sceneggiatura
del film. In caso di causa, nel frattempo, il film potrebbe essere ritirato
dalle sale.

L'ideale sarebbe che Nintendo, valutata la bontà delle librerie, ne
autorizzasse e promuovesse l'utilizzo, d'altronde con alcune tecnologie già
lo fa.

Un saluto

RC

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Pegasus
2008-04-10 07:15:17 UTC
Permalink
Post by Alessandro Monopoli
Fare in altro modo significa tirarsi contro un sacco di problemi. Tu puoi
avere ragione, in fondo, ma stai cavillando.
I cavilli portano a cause infinite e COSTOSE. Tu puoi sostenere una cosa
del genere?
Ah, dimenticavo. Un portavoce della Sony ha dichiarato
testualmente:

Il problema in questione non è la possibilità di far girare applicazioni
casalinghe sulla nostra console, ma l'uso che ne faranno gli hacker per la
pirateria dei titoli commerciali. La pirateria è illegale e noi ci opponiamo
sia a chi l'appoggia che a chi ne approfitta.

http://psp.console-tribe.com/news/3-3-18228/articolo-bbc-su-dark-alex-e-gli-hacker-della-psp.html
GiO
2008-04-10 08:47:06 UTC
Permalink
Salve Silver Drake (more of a red echidna, actually),
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Gli NDA riguardanti hardware e software in gran parte dei casi ti vietano
di usare in qualsiasi modo le informazioni che ricavi dal materiale a cui
accedi.
Uno può scrivere quello che vuole in un NDA, ciò non significa che
quella cosa scritta e firmata abbia valore legale in Europa.
Noi possiamo pure fare un contratto in cui tu ti impegni a non respirare
l'aria che proviene dai miei condizionatori, ma se poi lo fai io non
vincerò mai una causa contro di te. :D
--
C++U,

GiO
Silver Drake
2008-04-10 08:55:27 UTC
Permalink
Post by GiO
Uno può scrivere quello che vuole in un NDA, ciò non significa che
quella cosa scritta e firmata abbia valore legale in Europa. Noi
possiamo pure fare un contratto in cui tu ti impegni a non respirare
l'aria che proviene dai miei condizionatori, ma se poi lo fai io non
vincerò mai una causa contro di te. :D
In principio sono d'accordo, e le clausole vessatorie le detesto, ma in
questo caso credo che la limitazione sia abbastanza legittima anche in
Europa. Altrimenti basterebbe studiarsi bene il devkit ufficiale per
crearne uno quasi identico e dire che il secondo però è venuto fuori
cercando le cose da capo (e farebbe un po' ridere).

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Silver Drake
2008-04-10 08:56:41 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
In principio sono d'accordo, e le clausole vessatorie le detesto, ma in
questo caso credo che la limitazione sia abbastanza legittima anche in
Europa. Altrimenti basterebbe studiarsi bene il devkit ufficiale per
crearne uno quasi identico e dire che il secondo però è venuto fuori
cercando le cose da capo (e farebbe un po' ridere).
PS: poi non mi stupirei se la Sony accettasse ufficiosamente una moderata
"fuga" di informazioni, visto che la scena homebrew è un eccellente banco
di prova per talenti futuri.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
GiO
2008-04-10 14:48:30 UTC
Permalink
Salve Silver Drake,
Post by Silver Drake
Post by GiO
Uno può scrivere quello che vuole in un NDA, ciò non significa che
quella cosa scritta e firmata abbia valore legale in Europa. Noi
possiamo pure fare un contratto in cui tu ti impegni a non respirare
l'aria che proviene dai miei condizionatori, ma se poi lo fai io non
vincerò mai una causa contro di te. :D
In principio sono d'accordo, e le clausole vessatorie le detesto, ma in
Non parlo di clausole vessatorie, ma di clausole illegali.
Post by Silver Drake
questo caso credo che la limitazione sia abbastanza legittima anche in
Europa. Altrimenti basterebbe studiarsi bene il devkit ufficiale per
crearne uno quasi identico e dire che il secondo però è venuto fuori
cercando le cose da capo (e farebbe un po' ridere).
Sony (o Microsoft, o Nintendo) ti fornisce le API, mia i sorgenti.
La difficoltà del fare un devkit non è inventare l'intestazione di una
serie di funzioni, ma scrivere il codice che c'è dietro. Se sei capace
di scrivere un devkit semplicemente guardando le intestazioni delle
funzioni: bravo! Ma è tutta un'altra storia.
Il devkit fa chiamate a un sistema operativo e a una serie di librerie
che tu NON PUOI (giustamente) distribuire senza l'autorizzazione di chi
le ha fatte. Quindi il problema non si pone, almeno non in questi termini.
Scrivere in un NDA "in futuro non potrai usare le conoscenze acquisite"
è assurdo. Un NDA è un'altra cosa.
--
C++U,

GiO
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-10 15:07:13 UTC
Permalink
Post by GiO
Scrivere in un NDA "in futuro non potrai usare le conoscenze acquisite"
è assurdo. Un NDA è un'altra cosa.
Sulal questione tecnica sicuramente ne sai più di me, sul fatto hce
limitazioni di questo tipo non siano giuridicamente "enforce-abili" non
sono però così sicuro. Non erano casi riguardante software, ma ho visto
casi simili finire in tribunale e, credo, essere vinti da chi contestava.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
GiO
2008-04-10 15:44:21 UTC
Permalink
Salve Silver Drake (more of a red echidna, actually),
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by GiO
Scrivere in un NDA "in futuro non potrai usare le conoscenze acquisite"
è assurdo. Un NDA è un'altra cosa.
Sulal questione tecnica sicuramente ne sai più di me, sul fatto hce
limitazioni di questo tipo non siano giuridicamente "enforce-abili" non
sono però così sicuro. Non erano casi riguardante software, ma ho visto
casi simili finire in tribunale e, credo, essere vinti da chi contestava.
Sarebbe interessante spulciare i casi, ma, per quel che ho visto io,
ogni volta che un ingegnere esce da una ditta e va in un'altra e la
nuova ditta fa un prodotto nuovo e la vecchia ditta tenta di far causa,
non riesce. Questo perché non esiste una metrica della conoscenza ed è
difficile, se non impossibile, contestare l'origine di una certa
conoscenza, soprattutto quando si tratta di know-how.
Discorso molto diverso quando si parla di progetti: se un tizio esce
dalla Ditta A e va alla Ditta B e dopo un anno le due ditte si trovano
con prodotti simili, il caso è sospetto... vediamo... è mai capitato?
Ehy... a pensarci bene... mi sa di sì... ;)
--
C++U,

GiO
Continua a leggere su narkive:
Loading...